Home / News / Backup la guida e l´importanza di averlo

Backup la guida e l´importanza di averlo

Il processo di backup è un aspetto essenziale della gestione di un computer o di un server. In caso di guasti, manomissioni, furti, smarrimenti, attacchi da parte di malware, ci si assicura che esista una o più copie di riserva, assicurando quindi una ridondanza logico/fisica dei dati.
Per tale motivo, soprattutto a livello aziendale, è fondamentale avere più copie di backup e possibilmente su più supporti che non risiedano fisicamente nello stesso edificio.

Di seguito la guida relativa alle diverse tipologie e la buona pratica di gestione e configurazione dei backup.


- Backup in Cloud -

Il backup in Cloud è solitamente pensato per la gestione di copie ‘complete’ di Computer o Server e, grazie al fatto che i backup risiedono all'esterno dell’azienda, una delle sue caratteristiche più importanti è mettere al riparo i dati da eventuali furti o danni (es. incendi).

Questa attività, nella maggior parte dei casi, è schedulata durante la notte in quanto ha una mole di dati elevata da gestire ed è quindi necessario più tempo. Il ‘backup in cloud’ è molto sicuro poiché le aziende che offrono questo servizio conservano i dati presso ‘Data Center’ certificati con le ultime normative in termini di privacy sicurezza. Il requisito minimo che però deve necessariamente esistere è una connessione internet stabile e performante (preferibile una seconda linea di backup).

Ovviamente ad un servizio 'premium' e completo come questo corrisponde un costo maggiore rispetto ai backup tradizionali/fisici che si possono gestire sulla rete locale (LAN) e quindi non richiedono performance elevate della connessione internet.

- Backup fisici -

Il ‘backup fisico’ invece è generalmente utilizzato per fare le copie di dati (es. cartelle, files, DB) e, in ambito aziendale, viene eseguito su dischi di rete chiamati NAS i quali vengono posizionati logisticamente "lontani” dal luogo in cui risiede il server e i dati. Questo accorgimento previene l’impossibilità di recupero e utilizzo dei backup in caso di disastro (es. incendio o furto nella sala server).

Il NAS è un dispositivo che ha la funzione di contenere/salvare i backup e, per una più facile fruibilità e libertà di posizionamento è nella maggior parte dei casi configurato sulla rete locale LAN. Esistono di diverse dimensioni e tipologie, partendo dai più contenuti con 1 disco (meno sicuri) fino a N dischi che vengono configurati in RAID (min. 2 dischi) per consentire in caso di guasto o rottura una sostituzione ‘a caldo’ del disco/i danneggiato/i (più sicuri).

Questa soluzione di backup, con le evidenti differenze rispetto al backup in Cloud, ha dunque dei costi inferiori e comunque proporzionali alla quantità di spazio necessario e al numero copie di backup che si intende mantenere.
Anche il ‘backup fisico’ è molto sicuro e, grazie a software di ultima generazione è possibile avere una configurazione e gestione completa, ad esempio il numero dei backup, la frequenza con cui vengono effettuati e notifiche email riguardanti l'esito del processi.
Inoltre, parlando di sicurezza è sempre consigliato applicare una password per la crittografia dei backup effettuati, questo mette al riparo da attacchi informatici di tipo crypto-locker.

Contattateci per avere un disegno del modello di backup adatto alle Vostre esigenze in azienda o per un preventivo personalizzato.

@mail: info@dtmsrl.it   tel: 02.90394257